Credo in te

Credo in te come al profumo

Come al cantar d’uccello nelle tenebre

Credo in te come al mare

Credo in te come alla rosa schiusa a mezzanotte

Credo in te sola in faccia al mondo

Là dove il sole si fa neve e l’aria fuoco

Io credo in te sola all’orizzonte dell’uomo

Ti credo a perdifiato

Alla vertigine e allo stordimento

Alla caduta e all’annientamento

Io credo in te come alla vita

Si crede nel momento della morte

Io credo in te senza tenermi ad alcun sostegno

Io credo in te nell’assenza e nel sonno

O magnolia d’insonnia

Io credo in te nel frastuono e nel silenzio

Io credo in te nel dolore

Io credo in te come alla prova dell’esistenza

Come allo strazio dell’addio

Io credo in te più della mia stessa ombra

Io credo in te come l’acqua nera dai riflessi d’oro

Come la polvere al piede nudo

Io credo in te come alla pioggia il deserto

Come la solitudine all’abbraccio

Come all’orecchio crede il grido.

Luis Aragon

Foto Ferdinando Scianna

Solstizio d’estate

“D’estate il sole è un bambino che rifiuta insistentemente di andare a letto. “( John Green)

“Che sensazione così piacevole quella del sole sulla pelle. Spirito e carne bevono nella luce di Dio la sua energia stessa. “( Terri Guillemets)

“Gira il tuo viso verso il sole e le ombre cadranno dietro di te .”( proverbio maori)

“Il sole è l’ombra di Dio.”( Michelangelo)

Il raggio di sole che trafigge la Cupola del Brunelleschi formano un ‘immagine del disco solare sul pavimento del Duomo ,nella cappella della Croce ,della Cattedrale di Firenze-Santa Maria del Fiore-sarà visibile il 21 giugno (dalle 12,30 alle 13,30 ).