Fred Bongusto – Una rotonda sul mare

Brano uscito nel 1964 cantato da Fred Bongusto e musicato e scritto da Aldo Valleroni, Pietro Faleni e Franco Migliacci. Il testo scritto da quest’ultimo autore è stato ispirato da una serata sulla piattaforma di un lago che ospita il Ristorante Lidò di Passignano sul Trasimeno. Inutile dire che è una delle canzoni d’amore più famose che hanno fatto ballare e innamorare numerose coppie.La magia delle feste o delle serate in cui da un ballo lento poteva nascere tutto fa parte di un nostalgico passato della mia gioventù. D.

Una rotonda sul mare

Foto di Luigi Ghirri

Una rotonda sul mare

di quelle romantiche

ne esistono più?

Il vento fresco

sulle spalle di sole e di salsedine,

uno spicchio di luna

citrino

come caramelle alla frutta

smaltava di fremiti di luce

il mare notturno

per le coppie

che danzavano innamorate.

Rosanna Pavanati (Mediterranea song)

Zibaldone di pensieri

“I giovani assai comunemente credono rendersi amabili, fingendosi malinconici. E forse, quando è finta, la malinconia per breve spazio può piacere, massime alle donne. Ma vera, è sfuggita da tutto il genere umano; e al lungo andare non piace e non è fortunata nel commercio degli uomini se non l’allegria: perché finalmente, contro a quello che si pensano i giovani, il mondo, e non ha il torto, ama non di piangere, ma di ridere.”

Giacomo Leopardi

Anna Magnani

Anna Magnani nel film Roma di Federico Fellini del 1972.

Foto di Paolo di Paolo

“Io amo tutti gli animali. Un cane, per esempio, è bello, è poesia, è natura, è autentico, non mente. Io trovo che lo sguardo di un animale, la sua dolcezza, la sua stessa presenza siano veri come tutti i miracoli che ci offre ogni giorno la natura.” Anna Magnani

Almeno una volta

Giugno 2021-Monticchiello-Val d’Orcia-Siena

“Sempre nella vita, dovunque, fra gl’irti strati più bassi, ruvidi di miseria e bruttati di muffa, o tra le freddamente uniformi, noiosamente forbite classi superiori dovunque, almeno una volta, interviene sul cammino dell’uomo un’apparizione, dissimile da tutto quello che gli è accaduto di veder finora: e, almeno una volta, desta in lui un sentimento, dissimile da tutti quelli ch’è destinato a provare nel corso della vita.”

Nikolaj Vasil’evič Gogol’

Prospettive poetiche

Alba a Siena-26-giugno-2021 (foto personale)

“La vera poesia si annuncia attraverso il fatto che, come un vangelo universale, grazie alla serenità interiore e alla grazia esteriore sa liberarci dai pesi terreni che ci opprimono. Come un pallone areostatico, ci solleva in regioni più alte con la zavorra che è appesa a noi ,e ci permette di scorgere in prospettiva da uccelli i tortuosi, confusi sentieri della Terra dispiegati davanti a noi. “

Johan Wolfang Goethe

Notte d’estate

Siena-Piazza il Campo ( foto personale)

È una bella notte d’estate.

Tengono le alte case

aperti i balconi

del vecchio paese sulla vasta piazza.

Nell’ampio rettangolo deserto,

panchine di pietra, evonimi ed acacie

simmetrici disegnano

le nere ombre sulla bianca arena.

Allo zenit la luna, e sulla torre

la sfera dell’orologio illuminata.

Io in questo vecchio paese vo passeggiando

solo come un fantasma.

Antonio Machado