Ci sono anime che hanno stelle azzurre

Ci sono anime che hanno

stelle azzurre,

mattini sfioriti

tra le foglie del tempo,

casti cantucci

che conservano un antico

sussurro di nostalgia

e di sogni.

Altre anime hanno

spettri dolenti

di passioni. Frutta

con vermi. Echi

di una voce arsa

che viene di lontano

come una corrente

d’ombre. Ricordi

vuoti di pianto

e briciole di baci.

La mia anima è matura

da gran tempo,

e si dissolve

confusa di mistero.

Pietre giovanili

consunte di sogno

cadono sulle acque

dei miei pensieri.

Ogni pietra dice:

“Dio è molto lontano!”.

Federico Garcia Lorca ( traduzione di Claudio Rendina)

Non devi amarmi

Non devi amarmi

solo perché

sei tutte le donne

che ho mai voluto

Sono nato per seguirti

ogni notte

mentre sono ancora

in tanti uomini che ti amano.

Ti incontro ad un tavolo

Prendo tra le mani il tuo pugno

in un solenne tassi

Mi sveglio solo

con la mia mano nella tua assenza

all’Hotel Discipline.

Ho scritto tutte queste canzoni per te

Ho consumato candele rosse e nere

a forma di uomo e di donna

Ho sposato il fumo

di due piramidi di legno di sandalo.

Leonard Cohen

Foto di Vivian Maier.

Angoli senza tempo

Vicolo degli Orefici si trova a Siena ed era nell’antico cammino della Francigena. Caratteristico e molto suggestivo, il vicolo, probabilmente concentrava le botteghe orafe di Siena, molto diffuse in epoca medievale. Il vicolo è lungo e tortuoso, in penombra, senza via d’uscita, completamente mattonato, come erano le strade dell’epoca medievale e regala un ‘emozione di un mondo senza tempo.

Siena,Settembre-2020-( foto personali)

Se alzi un muro pensa a ciò che rimane fuori !


“E lei:- Tu non credi che l’amore sia dedizione assoluta, rinuncia di sé…
Era lì sul prato, bella come mai, e la freddezza che induriva appena i suoi lineamenti e l’altero portamento della persona sarebbe bastato un niente a sciogliersi, e riaverla tra le braccia…Poteva dire qualcosa, Cosimo, una qualsiasi cosa per venirle incontro, poteva dirle :- Dimmi che cosa vuoi che faccia, sono pronto…- e sarebbe stata di nuovo la felicità per lui ,la felicità insieme senza ombre. Invece disse:- Non ci può essere amore se non si è se stessi con tutte le proprie forze. “

Italo Calvino ( da Il barone rampante)




Castiglione della Pescaia( foto personale)

Se una notte d’inverno un viaggiatore

(Italo Calvino nella sua casa di Roccamare)

“Come stabilire il momento esatto in cui comincia una storia? Tutto è sempre cominciato già prima. La prima riga della prima pagina di ogni romanzo rimanda a qualcosa che è già successo fuori del libro. Oppure la vera storia è quella che comincia dieci pagine più avanti e tutto ciò che precede è solo un prologo. ”

Italo Calvino

Il 19 -settembre-1985 moriva a Siena,al Santa Maria della Scala, Italo Calvino. Dalla sua casa a Roccamare( Castiglione della Pescaia) ,dopo un’emerragia celebrare, venne trasportato d’urgenza all’ospedale di Siena. Nei primi giorni di degenza, a chi lo stava accudendo, Calvino aveva detto che non sapeva dove esattamente si trovasse, ma poi avrebbe affermato: “Siamo a Siena…lo sento dall’aria “.

(Dalle finestre del Santa Maria della Scala-Siena)

I suoi resti riposano nel piccolo cimitero di Castiglione della Pescaia a picco sul mare, dove ,tra rose, siepi di rosmarino e macchia mediterranea, domina tutto l’arcipelago toscano.

(Vista dal cimitero di Castiglione della Pescaia)

Scoperta

Finalmente posso pronunciare

le parole appena scoperte

con il profumo dell’eternità:

Ti vedo

esisti,

mi parli,

l’aria mostra le tue forme.

È come se dal fondo dell’oceano

fosse sorta l’inattesa

terraferma o forse

un continente sommerso.

La vita diventa un mistero

cosmico del tuo fluire,

e io la sua nascosta

particella.

Krystyna Rodowska