Una dedica a mia moglie

Una dedica a mia moglie

a cui devo la gioia palpitante

che tiene desti i miei sensi nella veglia,

e il ritmo che governa il riposo nel sonno,

il respiro comune

di due che si amano, e i corpi

profumano l’un dell’altro,

che pensano uguali pensieri

e non hanno bisogno di parole

e si sussurrano uguali parole

che non hanno bisogno di significato.

L’irritabile vento dell’inverno non potrà gelare

il rude sole del tropico non potrà mai disseccare

le rose

nel giardino di rose che è nostro ed è nostro soltanto

ma questa dedica è scritta affinché altri la leggano:

sono parole private che io dedico in pubblico.

Thomas Stearn Eliot

Foto di Rodney Smith.

“…da ogni parte i venti percuotono” S.Caterina

La lapide posta sulla Rocca di Tentennano ricorda il soggiorno, nel 1320, di Santa Caterina da Siena alla Rocca d’Orcia per qualche mese . Proprio a Tentennano, la Santa,giunta analfabeta, ricevette il dono divino della scrittura.

“L’amore più forte e più puro non è quello che nasce dall’impressione, ma quello che discende dell’ammirazione. ” Santa Caterina da Siena.

Caterina di Jacopo Benincasa nasce a Siena il 25marzo 1347 e muore a Roma il 29 aprile 1380 .È stata religiosa, teologa, filosofa e misistica, venerata come santa, fu canonizzata da papa Pio II nel 1461 e nel 1970 è stata dichiarata dottore della Chiesa da papa Paolo VI.

Rocca di Tentennano-Rocca d’Orcia-frazione di Castiglione d’Orcia- Siena