“IL FILO NASCOSTO di Paul Thomas Anderson – Daniel Day-Lewis “

Reynolds:” Mi sembra di averti cercata per moltissimo tempo. Tu sei molto bella…bellissima. Ci sono alcune cose che voglio fare, cose che non posso fare senza di te. ”

Alma:” Qualunque cosa farai…falla con delicatezza. ”

IL Filo Nascosto (Candidato a sei premi Oscar 2018) diretto da Paul Thomas Anderson, con Daniel Day Lewis e Lesley Manville.

Splendido film, incentrato sul Potere: sul potere che ogni individuo ha o non ha su un altro individuo. Questo film descrive il rapporto sentimentale di coppia e svela il filo segreto e nascosto che lega le persone che si amano: un filo fatto di passione e sofferenza, di sadismo e di masochismo ,di concessioni e di rivendicazioni, conquiste e rinunce.

L’amore…è un dono !

“L’amore è per definizione un dono non meritato; anzi, l’essere amati senza merito è la prova del vero amore…Quanto è più bello sentirsi dire: sono pazza di te sebbene tu non sia né intelligente né onesto, sebbene tu sia bugiardo, egoista e mascalzone.”

Milan Kundera

Dipinto: gli Amanti di Jarek Puczel0

Attico vuoto

In origine il cervello umano è come un attico vuoto che uno deve riempire con i mobili che preferisce. Uno sciocco assimila ogni sorta di ciarpame gli viene a tiro, così che le nozioni che potrebbero essergli utili vengono spinte fuori o, nella migliore delle ipotesi, accatastate alla rinfusa insieme con un’infinità di altre cose, di modo che ha difficoltà a ritrovarle. Un operaio abile, invece, sta molto attento a ciò che immagazzina nel suo attico-cervello.

Arthur Conan Doyle

Foto surreale di Michael Vincent Manalo.

Età ribelle

“A nascere son buoni tutti! Ma poi bisogna divenire! Crescere, aumentare, svilupparsi, ingrossare ( senza gonfiare), accettare i mutamenti ( ma non le mutazioni), maturare ( senza avvizzire), evolvere( e valutare), progredire ( senza rimbambire), durare ( senza vegetare) , invecchiare ( senza troppo ringiovanire), e morire( senza protestare), per finire…Un programma enorme, una vigilanza continua….perché a ogni età l’età si ribella, sai! E se fosse solo questione di età…ma c’è anche il contesto!”

Daniel Pennac ( Monsieur Malaussène 1995 )

Le tre età dell’uomo-Giorgione

“Caruso Pascoski di padre polacco “

Ginevra ,la figlia di Francesco Nuti, in un’intervista al Corriere della Sera parla del padre:” dopo l’incidente di mio padre, non vedo più i suoi film per non soffrire. Tranne uno: Caruso Pascoski “. Nell’intervista racconta anche del rapporto con suo padre:” Sta meglio, grazie alla riabilitazione e fa piccoli miglioramenti, ci parliamo attraverso gli sguardi, sorrisi e piccoli gesti .”

Tanti auguri Francesco!

“Le stelle sono illuminate perché un giorno ognuno possa trovare la sua.”

“Quando guarderai il cielo, la notte, visto che io abiterò in una di esse, visto che io riderò in una di esse, allora sarà per te come se tutte le stelle ridessero. Tu avrai, tu solo, delle stelle che sanno ridere!” E rise ancora. “E quando ti sarai consolato ( ci si consola sempre), sarai contento di avermi conosciuto. Sarai sempre il mio amico. Avrai voglia di ridere con me. E aprirai a volte la finestra, così, per il piacere… E i tuoi amici saranno stupiti di vederti ridere guardando il cielo. Allora tu dirai:” Sì, le stelle mi fanno sempre ridere!” e ti crederanno pazzo. “T’ avrò fatto un brutto scherzo…” E rise ancora. ” Sarà come se t’avessi dato, invece delle stelle, mucchi di sonagli che sanno ridere…”

Antoin De Saint-Exupéry (Il Piccolo Principe)