Ma se io dovessi rinascere

Ma se io dovessi rinascere

e ricominciare da capo,

io amerei all’infinito sempre

e comunque.

Se un giorno tornerò alla vita,

la mia casa non avrà chiavi,

sempre aperta,

come il mare, il sole, l’aria.

Che entrino la notte e il giorno,

la pioggia azzurra, la sera,

il pane rosso dell’aurora, la luna:

mia dolce amante.

Che l’amicizia non trattenga

il passo sulla soglia,

né rondini in volo,

né l’amore le labbra.

Nessuno.

La mia casa,

il mio cuore, mai chiusi.

Che passino gli uccelli,

gli amici, l’amore e l’aria .

Marcos Ana

Piaceri

Il primo sguardo dalla finestra al mattino

il vecchio libro ritrovato

volti entusiasti

neve, il mutare delle stagioni

il giornale

il cane

la dialettica

fare la doccia, nuotare

musica antica

scarpe comode

capire

musica moderna

scrivere, piantare

viaggiare

cantare

essere gentili.

Bertold Brecht

“I passettini”

“I passettini…..,dottore, i passettini! Quando con Demiù si ballavano i passettini, i pensieri sparivano e i problemi non esistevano più…era una specie di terapia. Oh come mai dottore ci sono delle musichine che quando le si ascoltano ci fanno dimenticare tutto il resto. “(Ottone)

Film :Fuochi d’artificio di Leonardo Pieraccioni -1997

Ricordi scomodi di persone perbene

Nei ricordi di ogni uomo ci sono certe cose che egli non svela a tutti, ma forse soltanto agli amici. Ce ne sono altre che non svelerà neppure agli amici, ma forse solo a sé stesso, e comunque in gran sergreto. Ma ve ne sono infine, di quelle che l’uomo ha paura di svelare perfino a sé stesso, e ogni uomo perbene accumula parecchie cose del genere.

Fedör Dostoevskij