Voglio amarti scrivendo, prenderti scrivendo

Voglio amarti scrivendo, prenderti scrivendo, non altro. È forse la paura di soffrire che prende il sopravvento? Cara, cara, mi conosci troppo, ma non, troppo poco, devo ancora farmi conoscere da te, devo ancora farmi conoscere da te, devi ancora scoprirmi a te, stupirti, ho bisogno di farmi ammirare da te come io continuamente ti ammiro. Ho più che mai bisogno di stare tra le tue braccia. Gioia cara, vorrei una stagione in cui non ci fossi per me che tu e carta bianca e voglia di scrivere cose limpide e felici. Una stagione e non la vita? Il mio amore per te è nato come una protesta di individualista, una protesta contro tutto il clima, mosso da un bisogno profondissimo ma con un significato generale, una lezione per tutti, di non -rinuncia, di coraggio alla felicità. Come questa lezione si tradurrà nell’opera creativa è ancora da vedersi.

Italo Calvino (Lettera ad Elsa De Giorgi)

Pubblicato da

Dani

Mi piacciono le piccole e semplici emozioni che colorano la vita

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...