Le giarrettiere rosse

Indossare un particolare rosso a Capodanno è una tradizione che proviene dall’antichità. Il rosso veniva considerato un colore scaccia demoni dal simbolismo orientale e sinonimo di vita e  vitalità,di augurio e buona fortuna al punto di essere usato in Cina anche per i matrimoni. Anche ai tempi degli antichi romani(periodo di Ottaviano Augusto ) in occasione del Capodanno romano indossavano sempre qualcosa di rosso,di solito un drappo: simbolo di potere e forza, salute e fertilità,passione,energia e buona sorte. Quale augurio migliore per il nuovo anno?

Dipinto: Le giarrettiere rosse  di Pierre Bonard -1905 .

Brindo alla vita 

Brindo agli amici e ai nemici. Alle persone che mi hanno fatto del male rendendomi più forte, formando il mio carattere. Brindo agli amici che hanno riso con me, ma che hanno condiviso le lacrime, mi hanno teso la mano quando ne avevo bisogno,e non sono scomparsi come molti fanno, nel momento del buio. Brindo ai miei genitori che mi hanno dato la vita,e alle mie sorelle che l’hanno arricchita costruendo con me quelle basi solide di un rispetto familiare che a nulla si può paragonare. Brindo alla scrittura,che da sempre è stata la mia via di fuga quando la vita diventava insopportabilmente pesante. Brindo a un nuovo anno che si appresta ad arrivare,alle speranze riposte in esso,e al ricordo di tutti gli anni trascorsi fino ad oggi. Brindo allo specchio,questo sconosciuto da cui fuggo, impaurito dal suo saper parlare senza voce, dal suo dir tutto senza impiegare le parole. Brindo a questa meravigliosa vita, a questo viaggio bellissimo che ci è stato concesso d’iniziare. E alla mia valigia d’esperienza, che mai smetterò d’aver voglia di riempire!
Anton Vanlight 

Foto: Clark Gable -Van Heflin -Gary Cooper -James Stewart 

Il brindisi 

Il brindisi è un rito legato soprattutto al vino, genera buon umore,amicizia e riscuote solidarietà. Probabilmente il brindisi è nato insieme al vino. Assaggiando il vino,deve essere stato spontaneo sollevare il contenitore al cielo in segno di ringraziamento . Il brindisi ha almeno 5000 anni. Principi assiro-babilonesi,con le loro consorti,levavano i calici per ringraziare i loro dei e propiziarne i favori. Così pure i Faraoni nell’antico Egitto. Passando per i Greci si arriva ai Romani dove i brindisi si facevano sollevando coppe di vino e dedicandoli a personaggi famosi. Tra il 1500 e il 1600 il termine “brindisi ” entra nel nostro idioma e il rito per propiziarsi  buoni auspici viene completato,oltre che dal sollevamento dei calici, anche dal toccarli reciprocamente prima di bere. L’usanza,sempre esistita nella forma,viene ufficializzata dal termine:”Prosit “.

Il brindisi,dopo essere stato celebrato in forma artistica,liturgica,teatrale resiste ancora e ai giorni nostri soprattutto a Capodanno vengono sollevati i calici ,allo scoccare della mezzanotte, per scongiurare ogni tristezza e per augurare un sereno futuro attraverso mille bollicine spumeggianti:salute -prosit – ad maiora -cincin – à la santè – cheers – salud – skoll- zum voli…..

Notizie tratte dal Sommelier italiano -Mariagrazia Pioli Boccardi 
Dipinto di Zydmunt Andreychiewicz. 

Un’avventura 

Seguite l’impulso del momento  (senza programmare nulla,nel giro di otto ore) e salite su un aereo o fate il pieno alla macchina e partite. La meta non ha importanza. L’obbiettivo è viaggiare con poco bagaglio, stendere le ali e mettere alla prova la vostra capacità di mollare tutto. Lanciarsi istintivamente in un’avventura e allontanarsi per un po’ dalla propria vita è una sensazione straordinaria di libertà. 
Lynn Gordon 

Corto Maltese -Ugo Pratt. 

I grandi amori sono sempre in cammino 

L’amore è per definizione un dono non meritato; anzi,l’essere amati senza merito è la prova del vero amore….Quanto è più bello sentirsi dire: sono pazza di te sebbene tu non sia né intelligente né onesto,sebbene tu sia bugiardo,egoista e mascalzone. Milan Kundera 

Il vero amore non implica la perfezione,anzi fiorisce sulle imperfezioni. John Gray 

Quando perdoni e ti liberi della negatività,non solo ti scrolli di dosso un enorme peso,ma apri anche la porta all’amore. Luise L.Hay

Arriviamo all’amore non perché troviamo una persona perfetta, ma perché impariamo a vedere perfettamente una persona imperfetta. Sam Keen 

I grandi amori sono sempre in cammino. Alda Merini