Le déjeuner sur l’herbe 

Il corvo dagli occhi rossi stava appollaiato su un ramo della vecchia e imponente quercia bianca, nel punto in cui i rami erano più fitti e frondosi, e osservava la gente riunita per il picnic nella soleggiata radura sottostante. Così lo chiamava Holiday, “picnic “.Una tovaglia dai colori sgargianti era stesa sulla rigogliosa erba primaverile, e su di essa i gitani stavano vuotando il contenuto di parecchi cestini di cibo. Cibo che, si figurò il corvo, a un umano non privo di appetito sarebbe apparso invitante e delizioso. C’erano vassoi di carne e formaggio, ciotole di insalata e frutta, pezzi di pane e borracce di birra e acqua fresca. C’erano piatti e tovaglioli per ciascuno dei partecipanti e coppe per bere e attrezzi per mangiare. Un vaso di fiori selvatici era stato sistemato al centro del desco. 

Terry Brooks 
Dipinto di Edouard Manet -Le Déjeuner sur l’herbe -1862 

Annunci

Pubblicato da

Dani

Mi piacciono le piccole e semplici emozioni che colorano la vita

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...