Paesaggio notturno 

Giace lassù la mia infanzia. 

Lassù in quella collina 

ch’io riveggo di notte, 

passando in ferrovia, 

segnata di vive luci. 

Odor di stoppie bruciate 

m’investe alla stazione. 

Antico e sparso odore 

simile a molte voci che mi chiamino. 

Ma il treno fugge. Io vo non so dove. 

M’è compagno un amico 

che non si desta neppure. 

Nessuno pensa o immagina 

che cosa sia per me 

questa materna terra ch’io sorvolo 

come un ignoto, come un traditore. 

Vincenzo Cardarelli 

Foto luna piena a Siena 

Annunci

Pubblicato da

Dani

Mi piacciono le piccole e semplici emozioni che colorano la vita

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...