Canto alla luna 

La luna geme sui fondali del mare, /o Dio quanta morta paura /di queste siepi terrene, /o quanti sguardi attoniti /che salgono dal buio /a ghermirti nell’anima ferita. /La luna grava su tutto il nostro io e anche quando sei prossima alla fine senti odore di luna /sempre sui cespugli martoriati dai mantici /dalle parodie del destino. /Io sono nata zingara, non ho posto fisso nel mondo, /ma forse al chiaro di luna /mi fermerò il tuo momento, /quanto basti per darti /un unico bacio d’amore. 

Alda Merini 

Foto presa dal web 

Annunci

Pubblicato da

Dani

Mi piacciono le piccole e semplici emozioni che colorano la vita

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...