Tristezze della luna 

Nei suoi sogni la luna è più pigra,stasera: come una bella donna su guanciali profondi, /che carezzi con mano disattenta e leggera /prima di addormentarsi i suoi seni rotondi, /lei su un serico dorso di molli aree nevi /moribonda s’estenua in perduti languori, /con occhi seguitando l’apparizioni lievi /che sbocciano nel cielo come candidi fiori. /Quando a volte dai torbidi suoi ozi una segreta /lacrima sfugge e cade sulla terra, un poeta /nottambulo raccatta con mistico fervore nel cavo della mano quella pallida lacrima /irridescente come scheggia d’opale. e ,per sottrarla al sole, se la nasconde in cuore. 

Charles de Baudelaire 

Foto presa da Pinterest 

Annunci

Pubblicato da

Dani

Mi piacciono le piccole e semplici emozioni che colorano la vita

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...