Metaponto 

Quella mattina di tanti anni fa, /mi ritrovai in una piana sterminata, /sede di antiche civiltà millenarie, /in un’estate mai dimenticata, /il mare blu elettrico intenso, /contro un cielo terso e luminoso, /il tuo volto nella penombra, /abbronzato dal sole della nostra adolescenza /che non tornerà più; /l’orizzonte lontano e indecifrabile, /metafora di un avvenire senza limite, /linea d’ombra da superare per divenire adulti; /ancora oggi ci ripenso con innegabile nostalgia, /ci siamo persi di vista /seguendo percorsi divergenti, /appena il nostro amore si è esaurito, /come tutti gli entusiasmi della giovinezza; /forse anche tu mi stai pensando /in un altro tempo e in un altro luogo, /senza sapere se mi incontrerai nuovamente, negli infiniti spazi di Metaponto. 

Riccardo Minissi 

Area archeologica Metaponto-Bernalda-Matera (Basilicata )

Tempio di Hera -VI secolo a.C.

Teatro Ekklesiasterion 

Statere argento  (400 -340 a.C.)-Spiga di grano 

Immagini prese da Pinterest 

Annunci

Pubblicato da

Dani

Mi piacciono le piccole e semplici emozioni che colorano la vita

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...