La città del cielo

Il “Facciatone ” doveva divenire, nell’intento dei senesi, la facciata di un Nuovo Duomo, sogno architettonico di massimo splendore per Siena. Nel 1339 per emulare la rivale Firenze, le autorità decisero che il transetto del Duomo in via di costruzione sarebbe stato allungato a dismisura per diventare il corpo centrale del Nuovo Duomo e avrebbe acquisito dimensioni straordinarie. Dopo una incredibile epidemia di peste, si capì che l’impresa era folle e vennero abbandonati i lavori.

Si può salire, attraverso delle strette scale, fino in cima al Facciatone, il punto di osservazione più bello di Siena. Un panorama mozzafiato che fa godere a pieno della città e della meravigliosa campagna circostante .

Similitudine a due

“…hai la bellezza della farfalla che muore

sulla rovente lampada tenuta accesa

da un uomo insonne fino al giorno:

bruciata impronta del confine

fra il grande sogno e la notte breve.

Bellezza, un senso del nulla,

il solo forse,

che percepisce il mondo

che ci scruta dal fondo del suo specchio

dove riflette solo chi manca. ”

Alberto Bevilacqua

Skylletion

Skylletion parla di sé

con il vento e gli ulivi

storie millenarie racconta

di templi e di dei.

Baci impetuosi di vento

tra i capelli di rame

della fanciulla

dagli occhi stellati.

L’olivo

nelle lance argentee delle foglie

reca l’odore viola del mare

a destare i sensi muliebri smarriti.

Rosanna Pavanati ( Mediterranea song)

Foto di Capocolonna- Crotone-Calabria ( presa da Google)